Il 7 luglio del 2017 l’Assemblea dell’Onu approvava il Trattato per la proibizione delle armi nucleari (Tpnw); quel trattato, a seguito della ratifica da parte di 51 Paesi tra cui, primo firmatario il Vaticano, è entrato in vigore il 22 gennaio 2021, ma l’Italia non ha ancora aderito e continua a ospitare armi atomiche sul suo territorio.

Papa Francesco insiste spesso nel condannare le armi di distruzione di massa; in particolare ha più volte affermato: «L’uso dell’energia atomica per fini di guerra è immorale, come allo stesso modo è immorale il possesso delle armi atomiche, come ho ricordato a Hiroshima il 24 novembre 2019”.

 

Lascia un commento